In News

La Legge di Stabilità 2016 ha, a suo tempo, introdotto una misura agevolativa molto interessante per le imprese del Sud che investono in beni strumentali nuovi. Alla luce, poi, del forte interesse riscontrato, la misura è stata ulteriormente rafforzata nel 2017 con il Decreto Sud.

Ad oggi numerose sono le aziende che hanno fatto domanda.  La misura sarà attiva fino a esaurimento risorse e occorre, dunque, affrettarsi.

Per capire l’opportunità di partecipazione, vediamo in cosa consiste l’agevolazione.

 

Cos’è e a chi si rivolge

Si tratta di un credito d’imposta destinato alle imprese del Mezzogiorno ubicate nelle:

  • regioni Convergenza – Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna e Sicilia
  • regioni Transizione – Molise e Abruzzo

che investono in BENI STRUMENTALI NUOVI (impianti, macchinari, attrezzature) negli esercizi 2016, 2017, 2018 e 2019.

Sono ammessi, dunque, tutti gli acquisti da effettuare entro il 31 dicembre 2019, compresi quelli già sostenuti a decorrere dal 1° gennaio 2016 a condizione che l’investimento non sia stato ultimato.

 

In cosa consiste il beneficio

Il credito di imposta è calcolato sul valore delle spese in beni strumentali per un importo pari a:

  • 45% per le piccole imprese (30% per regioni in Transizione);
  • 35% per le medie imprese (20% per regioni in Transizione);
  • 25% per le grandi imprese (10% per regioni in Transizione).

È previsto un tetto massimo di spesa per ciascun progetto di investimento:

  • 3 milioni di euro per le piccole imprese;
  • 10 milioni di euro per le medie imprese;
  • 15 milioni di euro per le grandi imprese.

OGNI IMPRESA PUÒ PRESENTARE RICHIESTA PER PIÙ PROGETTI DI INVESTIMENTO!

 

Per maggiori dettagli, contattaci senza impegno e verificheremo insieme come la tua impresa potrà accedere al beneficio.

Recommended Posts
Contattaci

Per qualsiasi chiarimento saremo a tua disposizione.

Not readable? Change text. captcha txt
nuova sabatiniTechnetic Italia