A partire dal 1° gennaio 2024 viene istituita la Zona economica speciale per il Mezzogiorno, la c.d. “ZES unica“, che ricomprende i territori delle regioni: AbruzzoBasilicata, Calabria, CampaniaMolisePugliaSicilia Sardegna.


Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo del 19 settembre 2023, numero 124, il quale regolamenta il Credito d’Imposta denominato “ZES Unica” nei confronti delle imprese che investono in strutture produttive situate nelle zone assistite delle regioni Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, ammesse alla deroga di cui all’art. 107, par. 3 lett. a) del TFUE, e nelle zone assistite della regione Abruzzo, ammesse alla deroga di cui all’art. 107, par. 3 lett. c) del TFUE, come definite dalla Carta degli aiuti a finalità regionale 2022 – 2027..

INVESTIMENTO:
Si pone enfasi sulla tipologia di investimento ammissibile al beneficio fiscale, specificando che sono agevolabili gli investimenti inclusi in un “progetto di investimento iniziale”, come definito dall’art. 2 del Regolamento UE n. 651/2014 (GBER).

SPESE AMMISSIBILI:
Con l’importante limitazione che il valore dei terreni e degli immobili non può superare il 50% del valore complessivo dell’investimento agevolato, le spese ammissibili riguardano:

  • Nuovi macchinari, impianti, attrezzature
  • Acquisto di terreni
  • Realizzazione/ampliamento di immobili strumentali all’investimento,

PERIODO TEMPORALE:
Secondo l’art. 16, co. 4, i progetti realizzati dal 1° gennaio 2024 al 15 novembre 2024 sono eleggibili per il beneficio.

BENEFICIARI:
Il credito d’imposta è destinato a tutte le imprese che effettuano investimenti iniziali nelle zone agevolate, escludendo settori specifici come industria siderurgica, trasporti, energia e settori finanziari. Non sono ammesse le imprese in stato di liquidazione o scioglimento, né quelle in difficoltà.

ROCEDURA:
Le imprese devono presentare l’istanza allo Sportello Unico Digitale (S.U.D.), inclusa la documentazione richiesta, per ottenere le autorizzazioni necessarie alla realizzazione del progetto di investimento all’interno della ZES unica.

Queste disposizioni offrono un quadro dettagliato delle opportunità e delle condizioni per accedere al Credito d’Imposta “ZES Unica”, promuovendo gli investimenti e lo sviluppo nelle zone specificate.